PAVIMENTI IN CALCESTRUZZO a basso spessore.


I pavimenti in calcestruzzo a basso spessore consentono di rivestire superfici senza demolire quelli esistenti.

Che sia un pavimento in calcestruzzo liscio tipo industriale, stampato o architettonico, oggi è possibile realizzarlo con spessori molto ridotti (tra 10 e 15 mm) purché si abbiano le condizioni e si seguano opportuni accorgimenti.


In questo video si vedono le fasi di ripristino di un pavimento industriale dove il vecchio pavimento deteriorato è stato ricostruito con uno nuovo a basso spessore.




VANTAGGI

Riqualificare una vecchia pavimentazione perché non più attuale o perché danneggiata, oggi la soluzione è senz'altro quella di un pavimento in calcestruzzo a basso spessore. Sono molti i vantaggi che offre questo tipo di pavimento, che si tratti di una ristrutturazione o di nuova realizzazione:

- Velocità nell'esecuzione dell'opera

- Non necessita di armature

- Elevate resistenze meccaniche

- Realizzazione sul pavimento esistente

- Riduzione dell'impatto ambientale


Oltre il vantaggio di personalizzare colori e texture del calcestruzzo con diverse tecniche di lavorazione ci sono anche i trattamenti che proteggono il pavimento in base al suo utilizzo:

- Idrorepellenti

- Oliorepellenti

- Antiscivolo

- Antipolvere


PAVIMENTO INDUSTRIALE A BASSO SPESSORE

Pavimento liscio, monolitico per esterno e molto utilizzato negli interni di ville e appartamenti. La lavorazione del calcestruzzo a basso spessore, apprezzato per il suo look minimal, crea sfumature naturali che si abbinano a mobili moderni di stile contemporaneo.

Le finiture di un pavimento liscio posso spaziare dalla ceratura in interno ai trattamenti idrorepellenti antiolio in esterno.



COME SI REALIZZA

La preparazione del supporto come al solito è di fondamentale importanza: su un supporto in cemento è necessario fresare la parte superficiale e aspirare le polveri e residui.

Per far ancorare il nuovo pavimento al vecchio è necessario un buon collante come APSECOL RESIN promotore di adesione epossidico.

Sul collante appena applicato si stende la malta SFERODUR FP premiscelato cementizio, fibrorinforzato ad espansione controllata (consumo di Kg 30/mq per 15 mm di spessore), tirato mediante una staggia vibrante e seminato con indurente superficiale APSEQUARZ e lavorato con lisciatrice meccanica.

A maturazione avvenuta, dopo aver protetto il pavimento mediante l'applicazione di antievaporante APSERING AQ o METALCRIL 12 e l'utilizzo di teli in polietilene, si potrà applicare la finitura idrorepellente antipolvere e antimacchia METALCRIL 35.




I prodotti descritti sono distribuiti da:

CSE Centro Sistemi Edili - Via XXV Aprile, 5 - 92100 Agrigento (AG)

Tel 0922 1757218 - Mob. 342 7003548

Https://www.centrosistemiedili.com - info@centrosistemiedili.com




44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

CSE di Pontei Alessandro| P.IVA 02817800846| C.F. PNTLSN75R07L219V| Via XXV Aprile, 5 - AGRIGENTO

Sicurezza e pagamento

Seguici sui social

  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon LinkedIn
  • Instagram Icona sociale
  • Black Icon Houzz
  • Black Icon Pinterest
trustpilot_banner.png

Centro Sistemi Edili

Assistenza

Orario:

Lun - Ven 8:00 - 19:00

Telefono:

+39 0922 1757218

+39 342 7003548

Mail: info@centrosistemiedili.com

Pec: alepo@pec.it

 ASSISTENZA CLIENTI

+39 0922 1757218

0